omeopatia

Omeopata Milano

L’omeopatia rappresenta una scelta di cura sempre più diffusa tra quanti credono nei rimedi naturali. Milano è una città ricchissima di proposte nell’ambito delle cure naturali, ma se dovete ancora scegliere un omeopata di fiducia, potete rivolgervi in tutta sicurezza a Giuliano Canzi.

Canzi, omeopata con studio a Milano, basa la propria professionalità su solide competenze, supportate da un’esperienza pluriennale. Specializzato in omeopatia classica, in erboristeria e in medicine tradizionali, cura da anni, con trattamenti omeopatici, molte patologie dei nostri tempi.

omeopatia

Sono pazienti di Canzi persone con problemi di diabete, ipertensione, obesità ed altri disturbi metabolici. Grazie all’approccio omeopatico, queste persone riescono a modificare il proprio stile di vita e a ritrovare uno stato di equilibrio.

La medicina omeopatica attribuisce all’individuo la capacità di autocurarsi, attingendo alla propria energia vitale. Ciò che compromette questa energia e rischia di dissiparla è fuori di noi, ma si insinua facilmente nel nostro organismo, se viviamo in modo sbagliato.

Le cattive abitudini alimentari, lo stress psicofisico, i danni provocati da un ambiente non sano deteriorano le energie dell’individuo e gli impediscono di difendersi in maniera adeguata.

A Milano l’omeopata Canzi, fermo assertore della singolarità della persona, avvia con ciascuno un percorso individualizzato, fondato sulla conoscenza della storia personale.

Vi chiederà come mangiate, come dormite, quali sono i ritmi lavorativi che sostenete, vi aiuterà a comprendere quali sono per voi gli eventi più stancanti. Insieme a voi, ricostruirà puntualmente la sintomatologia- fisica ed emotiva- del disturbo che vi affligge, i tempi e i modi in cui si manifesta.

Formulerà poi una terapia su misura, in cui inserirà i rimedi omeopatici più simili ai vostri sintomi. L’omeopatia cura, infatti, con gli stessi principi che generano i sintomi. Il sintomo non deve essere eliminato, ma fronteggiato. L’organismo, assumendo in dosi minimali le sostanze che provocano il sintomo, si abitua ad esse e si autoimmunizza. Sviluppa, così, la capacità di reagire quando queste lo aggrediscono dall’esterno.

A Milano, un omeopata con la preparazione di Giuliano Canzi è un prezioso punto di riferimento, un valido aiuto per conseguire gli obiettivi di autoguarigione, con metodi naturali, passando attraverso una migliore conoscenza di se stessi e delle proprie potenzialità.

Il lavoro svolto da questo serio professionista ha un’impostazione globale, che tocca la sfera fisica, mentale ed emozionale, secondo la concezione olistica dell’essere, per la quale l’uomo è l’unione inscindibile di corpo, mente ed anima.

Scuola parrucchieri ed estetica

Qualifica professionale estetista a Torino

La qualifica professionale di estetista è certamente un ottimo investimento per il proprio futuro, un titolo che spalanca, alla persona che segue il relativo percorso formativo, delle opportunità professionali davvero molto interessanti.

Quella dell’estetista è davvero una professione che non conosce crisi, una figura che può affermarsi nel mondo del lavoro sia nell’ambito della libera professione che del lavoro dipendente.

Non c’è da stupirsi, d’altronde, se l’estetista è considerata un vero e proprio punto di riferimento per quanto riguarda la cura della propria bellezza: questa professionista può infatti occuparsi di una vasta gamma di cure e di trattamenti, da quelle più semplici a quelle speciali, come ad esempio un make up per un’occasione particolare o per un matrimonio.

Dal punto di vista pratico, insomma, un’estetista deve saper soddisfare la propria clientela eseguendo tantissimi interventi differenti: depilazione del corpo, modellazione delle sopracciglia, ricostruzione unghie e nail art, trattamenti per la pelle di varia tipologia, massaggi e molto altro ancora.

Si può ben comprendere, dunque, come la qualifica professionale da estetista sia un traguardo che può essere raggiunto solo con un impegno considerevole in termini di studio e di applicazione: un buon percorso formativo di questo tipo, infatti, deve offrire all’allieva delle basi estremamente solide sia dal punto di vista pratico che teorico, e deve necessariamente toccare una vasta gamma di discipline e di approfondimenti.

Scuola parrucchieri ed estetica

Argomenti che non possono assolutamente essere trascurati in un corso finalizzato al conseguimento della qualifica professionale da estetista sono, ad esempio, i principi di disinfezione e di sterilizzazione, l’anatomia, la fisiologia della cute, l’igiene, l’utilizzo di varie apparecchiature estetiche e di strumenti professionali, la cosmetologia, senza ovviamente tralasciare le tecniche commerciali e l’etica professionale.

E’ sicuramente importante, al momento della scelta del corso, non solo accertarsi che il programma del percorso formativo sia completo, ma anche che l’ente che lo eroga possa realmente offrire un alto livello in termini di qualità della formazione.

Da questo punto di vista possono essere certamente segnalati come dei corsi affidabili e di qualità quelli approvati dalla Regione di riferimento: se si vuol seguire un corso da estetista a Torino, ad esempio, è un buon consiglio quello di optare per un corso ufficialmente riconosciuto dalla Regione Piemonte.

All’allieva che ha portato a termine con successo il percorso formativo in questione, dunque, viene consegnata la qualifica professionale da estetista, un titolo che le consente dunque di candidarsi ad offerte di lavoro di centri estetici e strutture analoghe, nonchè di poter lavorare in modo autonomo sia come libera professionista che aprendo un proprio centro estetico.

cucina 2015

Moda 2015 Cucine

Nel mondo delle cucine la moda 2015 prevede, senza alcun dubbio, una tendenza sempre più diffusa a scegliere dei modelli personalizzati, sia a livello di dimensioni e misure che di stile e di aspetto estetico.

In realtà parlare di “moda” non è, in questo caso, propriamente corretto: l’esigenza di richiedere dei modelli personalizzati, infatti, è legata anzitutto a necessità di carattere prettamente strutturale.

Gran parte degli appartamenti moderni, infatti, hanno delle metrature piuttosto contenute, di conseguenza per il consumatore è pressochè necessario optare per un modello su misura; allo stesso tempo, inoltre, si può sottolineare che una stanza di piccole dimensioni limita notevolmente le possibilità di scelta a livello di cucine “standard”, dunque optare per un modello personalizzato si rivela un’ottima scelta anche in questo senso.

cucina 2015

Per scegliere ed acquistare delle cucine su misura, dunque, è necessario rivolgersi a delle aziende specializzate: le ditte migliori sono, in genere, quelle che possono occuparsi in completa autonomia sia delle fasi progettuali che di quelle esecutive e realizzative, soddisfando il cliente in modo minuzioso e, se necessario, indirizzandolo verso le soluzioni più adatte alle sue necessità ed ai suoi spazi.

Ovviamente, se nel mondo delle cucine la moda 2015 è rappresentata soprattutto dalle realizzazioni su misura è anche, senza dubbio, per aspetti correlati al design, piuttosto che all’ottimizzazione degli spazi.

Scegliendo delle realizzazioni personalizzate, dunque, il cliente può dare libero sfogo alla propria fantasia, e può far creare dalla ditta cui si rivolge una composizione che risponda esattamente alle proprie esigenze in termini di stile.

Da questo punto di vista, dunque, è assolutamente possibile spaziare con l’originalità, per tale motivo è assai verosimile immaginare che, nel 2015, saranno realizzate molte cucine dallo stile insolito e particolare, le quali saranno probabilmente presentate nei vari siti Internet dedicati all’Interior Design.

Non si può affatto trascurare inoltre, relativamente alle cucine moda 2015, l’aspetto prettamente funzionale: tra questi mobili si sono registrati dei miglioramenti notevoli dal punto di vista della praticità, grazie ad una cura particolarmente minuziosa dell’ergonomia e di tutti gli aspetti tecnici, dunque le cucine del 2015 sapranno certamente rivelarsi molto funzionali, aldilà delle loro dimensioni e del loro stile estetico.

In moltissimi modelli, peraltro, i piani di lavoro sono stati resi molto simili per qualità e funzionalità a quelli dei mobili di carattere professionale, quindi a quelli delle cucine normalmente impiegate nell’ambito di attività di ristorazione o di strutture ricettive.

Nelle cucine la moda 2015, dunque, prevederà degli stili accuratamente personalizzati, e in generale il livello qualitativo medio di questi mobili è certamente destinato a crescere in modo importante.

Per la tua nuova cucina visita il sito : http://closter.it/cucine-torino/

arredi-ufficio

Ufficio: è giunto il momento di cambiare

In tutti gli uffici, prima o poi, viene il momento di cambiare l’arredamento. I motivi possono essere i più vari e disparati: perché non ci piace più, perché provando a cambiarne la disposizione, uno dei mobili si è rotto, o altri. Fatto sta che quando giunge il momento di cambiare e non si può procrastinare oltre, occorre affrontare il più grosso dei dilemmi: sarà meglio acquistare dei mobili di misura standard, oppure interpellare qualcuno che sappia imprimere a questo ufficio uno stile con maggiore personalità?

Nel dubbio, secondo me, è meglio chiedere dei consigli agli esperti del settore arredi ufficio di Torino che da oltre 30 anni affrontano quotidianamente questi interrogativi, risolvendoli con proposte in grado di trasformare anche il più noioso degli uffici, in un luogo confortevole e dinamico dove svolgere piacevolmente il proprio lavoro.

arredi-ufficioQualcuno che abbia una visione allargata di ciò che realmente oggi serve avere in ufficio e sia in grado di offrire la propria consulenza professionale sui vantaggi introdotti dalle pareti divisorie e dalle pareti attrezzate, e non venga interpellato solamente per venderci dei mobili standard, che potremmo comodamente acquistare nei tanti centri commerciali di mobili per ufficio.

Ci si può affidare loro per arredare qualunque tipo di ambiente di lavoro aziendale: dalla reception, agli uffici direzionali o gli uffici di produzione. Esistono a catalogo differenti linee di arredamento con stili diversi che portano a realizzare soluzioni d’arredo classiche o all’avanguardia, per soddisfare ogni tipologia di esigenza e di clientela. Ogni particolare del nuovo arredamento sarà scelto con cura ed in armonia con quelli eventualmente già presenti, in modo da dare un filo di continuità ai vostri uffici.

Interpellando gli esperti del settore arredi ufficio di Torino, entrerete in contatto con una realtà aziendale dinamica che grazie alla propria comprovata esperienza sarà in grado di focalizzare la propria attenzione verso l’area del vostro maggiore interesse e indicarvi la scelta migliore per voi, per la vostra azienda e per il futuro di entrambi.

Visitate il sito e compilate il modulo per richiedere una visita senza impegno. Un esperto consulente arredatore verrà a trovarvi per verificare insieme a voi quali cambiamenti siano necessari per traghettare i vostri uffici in un nuovo florido periodo per la vostra vita e per i vostri affari.

negative seo e penalizzazioni

Negative SEO: “Black Hat” da evitare

Che cosa si intende, esattamente, per Negative SEO?

La Negative SEO è il vero e proprio “spauracchio” dei professionisti che si occupano di posizionamento nei motori, nonché dei webmaster che curano i propri siti all’insegna della qualità e dell’aggiornamento costante.
Si tratta, è evidente, di un’attività scorretta, illecita, tuttavia l’ipotesi che un sito possa esserne interessato non deve essere trascurata, dunque è certamente importante prendere le dovute contromisure.

Backlink negativi

Come noto, i backlink che riguardano un sito web hanno una determinata rilevanza dal punto di vista SEO, tuttavia Google, soprattutto con il lancio dei suoi algoritmi più recenti, ha scelto di premiare non tanto i siti che vantano una grossa quantità di link in entrata, quanto quelli che sono linkati da risorse tematiche e di qualità.

Nel caso in cui Google, analizzando un sito web, dovesse riscontrare la presenza di backlink innaturali, sia per quantità che per qualità, la possibilità che il sito venga penalizzato è molto elevata, anzi si può ricordare a tal riguardo che ci sono stati, negli ultimi tempi, tantissimi casi di siti web che hanno perduto la loro visibilità in Google avendo raggiunto un buon posizionamento tramite scorciatoie tecniche, piuttosto che con la cura della qualità e dei contenuti.

Nuovi strumenti per rifiutare backlink indesiderati

La domanda, però, è spontanea: se un nostro concorrente procura volontariamente al nostro sito dei link di scarsa qualità, cosa succede?

È proprio questa, appunto, l’ipotesi di Negative SEO più temibile, nonché quella più comune: lo stesso Google d’altronde, il quale inizialmente aveva escluso questa possibilità, ha ammesso che il rischio di simili attività di Black Hat non è inverosimile, per tale motivo ha messo a disposizione dei webmaster strumenti molto preziosi da questo punto di vista.

Non solo, infatti, il webmaster può utilizzare Google Analytics per verificare i backlink del proprio sito, ma allo stesso tempo, qualora vi fossero dei link indesiderati, può renderli nulli utilizzando l’apposito strumento Disavow Link Tools.

Altre diffuse attività di Black Hat

Procurare dei link di scarsa qualità ai siti competitor non è certamente l’unica, spiacevole possibilità di Negative SEO: può accadere, ad esempio, che siti concorrenti copino in massa i contenuti di un sito di qualità.

Vi sono, inoltre, interventi di Negative SEO che rientrano nel puro Hacking, dunque ad esempio l’inserimento di codice di bassa qualità nel sito concorrente, affinchè Google lo riconosca come un elemento degno di una penalizzazione, oppure soluzioni tanto semplici quanto diaboliche, come ad esempio richiedere, ai siti che offrono i migliori backlink al sito competitor, la rimozione degli stessi, rivendicando dei diritti che, ovviamente, sono in realtà del tutto falsi ed infondati.

Insomma, difendersi da azioni disoneste è una necessità anche sul web, soprattutto nel caso in cui il proprio sito goda di un buon posizionamento in Google e possa vantare una ricca quantità di accessi giornalieri.

Monitoraggio ed interventi mirati, dunque, sono attività importantissime per “proteggere” un sito web, ed un’agenzia SEO specializzata può certamente assicurare qualità ed affidabilità ai propri clienti anche da questo punto di vista.

allenarsi a casa

Le 3 posizioni per tonificare glutei e gambe

Volete gambe e glutei perfetti ma non avete tempo di andare in palestra?

Bastano pochi minuti al giorno e tre semplici esercizi. Possono essere fatti ovunque, in casa, al parco, anche in ufficio o guardando la televisione. Non sono necessari macchinari o strumenti particolari, bastano motivazione e determinazione. Il risultato è garantito!

allenarsi a casa

1° esercizio: PIEGAMENTI.

Questo esercizio è faticoso ma molto efficace. Lavorano i muscoli della schiena, delle gambe e i glutei. Il procedimento è semplice: ci si mette in piedi con le gambe leggermente divaricate e le braccia incrociate sul petto, si procede piegando le gambe e abbassandosi fino ad avere le cosce parallele al pavimento e tenendo il busto dritto e rigido. Importante è non alzare i talloni.

2° esercizio: PIEGAMENTI A GAMBE APERTE.

In questo caso lavorano i muscoli dell’interno coscia e dei glutei. Sempre in piedi ci si deve posizionare con le gambe divaricate, le punte dei piedi verso l’esterno e le braccia incrociate sul petto. Si procede anche in questo caso facendo piegamenti e facendo attenzione a non sollevare i talloni.

3° esercizio: SOLLEVAMENTI.

Questo esercizio è utile ed efficace non solo per tonificare le cosce ma anche per scaldare i muscoli e allenare l’equilibrio. Si parte sempre da posizione eretta coi piedi paralleli, però questa volta le braccia non vanno incrociate, ma tenute ad angolo con le mani sui fianchi. Le gambe devono essere sollevate in modo alternato diagonalmente in direzione della mano.
Non servirà più andare in palestra o fare jogging per ore, infatti, rassodare cosce e glutei non è mai stato così facile!

Affianca a una corretta attività fisica il giusto integratore alimentare !

bagno salva spazio

7 soluzioni salvaspazio per arredare il bagno

Il bagno risulta essere sempre la stanza più piccola in una casa ed è quella che ci mette più a dura prova quando dobbiamo arredarla.

Bisogna quindi cercare di utilizzare tutto lo spazio a propria disposizione, per rendere il bagno il più funzionale possibile.

Ecco perché abbiamo pensato di individuare 7 soluzioni salvaspazio, che vi possano essere d’aiuto nell’arredare il vostro bagno.

La porta occupa diverso spazio all’interno di una stanza e a volte obbliga a compiere delle acrobazie per poter entrare e uscire. Quindi meglio pensare ad una porta a scrigno, ovvero una di quelle porte che scorre all’interno del muro scomparendo.

Siamo abituati a vedere il classico lavandino con la colonna e sappiamo bene quanto spazio ingombri. Allora perché non sceglierlo senza colonna posizionando un mobile sotto il lavabo? Potrai utilizzarlo per riporre tanti tuoi oggetti o magari per gli asciugamani.

Per risparmiare centimetri si può scegliere di sfruttare al meglio l’altezza. Ad esempio con mobili a colonna o mobili pensili utilizzando così le pareti vuote. Se possedete sia lavatrice sia asciugatrice, potete posizionarle una sopra l’altra.

bagno salva spazio

Avete mai pensato alle mensole? Potreste fissarle sulle pareti del bagno, così da poter tenere tutto in ordine e sempre a portata di mano. Potreste metterne una anche al di sopra dello stipite della porta, magari appoggiandovi delle scatole o altri contenitori.

Sfruttare tutte le nicchie e gli alloggiamenti con delle mensole potrà rendere originale il vostro bagno e al contempo darvi la possibilità di riporre tutto in ordine.

E gli asciugamani dove si mettono? Dietro la porta! Se non c’è abbastanza spazio per un portasciugamani a piantana o per uno di quelli a parete, si può sempre sfruttare il retro della porta. Esistono diverse tipologie di appendini tra cui potrete scegliere.

Per creare più spazio, potete utilizzare uno specchio di grandi dimensioni. L’illusione ottica e la lucentezza daranno la sensazione che nel bagno ci sia molto più spazio di quello che c’è in realtà. Ricordatevi poi di arricchire il vostro specchio con una bella cornice di colore chiaro e faretti per illuminare bene il vostro volto, ideale per le operazioni di make-up.

L’ultimo consiglio salvaspazio riguarda la vostra creatività. Sarà l’unico sistema che vi aiuterà a ricavare spazio, dove sembrava che lo spazio non ci fosse. Largo spazio all’immaginazione per personalizzare il vostro bagno rendendolo confortevole e originale.

Affidati a VARAIA per arredare il tuo bagno !

psicologo consulenza

Come scegliere uno psicologo

Durante il corso della vita può capitare di imbattersi in una serie di disagi, come ansia, tristezza, insonnia, disturbi, conflitti ecc. che con il passare del tempo possono sfociare in vere e proprie problematiche, insostenibili, tali da richiedere l’aiuto di uno psicologo.

Scegliere però uno psicologo tra le tante offerte presenti nel settore non è affatto semplice e richiede un’attenza valutazione.

Anzitutto occorre decidere se rivolgersi ad un uomo o ad una donna. La scelta del sesso è importante perché influisce inevitabilmente sull’effetto positivo della terapia.

Stabilito il sesso, occorre iniziare la ricerca. Uno dei metodi più diffusi è il passaparola e dunque informarsi di un bravo professionista presso amici, parenti o presso il medico di famiglia.

Molto utile è anche la ricerca in internet dove è possibile consultare gli elenchi degli psicologi presenti sul territorio. Gli elenchi più noti sono quelli degli Ordini regionali degli Psicologi dove sono elencati i nominativi di tutti i professionisti iscritti ai vari Albi regionali, con i differenti settori d’intervento.

È molto importante accertarsi che lo psicologo abbia la giusta preparazione e soprattutto che abbia conseguito l’abilitazione per l’esercizio della professione.

A tal fine può risultare utile controllare la sua iscrizione all’Ordine Nazionale degli Psicologi sull’apposito sito internet. In particolare chi vuole intraprendere una psicoterapia ha bisogno di uno psicologo psicoterapeuta, che abbia dunque frequentato, dopo la laurea, una scuola di Psicoterapia.

Gli psicologi hanno sempre un settore preferenziale su cui operano (alimentazione, tossicodipendenza, infanzia, adolescenza ecc.) per cui prima di sceglierne uno è sembra buona norma valutare l’area d’intervento.

psicologo consulenza

Una volta individuato il professionista adatto, quello che più di tutti soddisfa i criteri di selezione, occorre contattarlo telefonicamente per fissare un primo appuntamento.

Durante la telefonata è possibile chiedere alcune informazioni circa l’approccio in cui è specializzato, in cosa esso consista e se funzionale al problema personale.

Il metodo più valido per scegliere lo psicologo è il contatto diretto. Sentirsi a proprio agio, provare buone sensazioni e riuscire a fidarsi della persona che ci sta di fronte, sono tutti aspetti positivi che indicano un buon andamento dell’incontro.

Al contrario, il non sentirsi a proprio agio, il non riuscire a parlare liberamente, il non riuscire ad esprimere le proprie emozioni sono tutti fattori che comunicano un disagio e dunque il fallimento del colloquio.

GVM-Care&Research

Il Gruppo GVM Care & Research al servizio del paziente

Prestazioni di Alta Specialità

GVM Care & Research è un Network sanitario italiano di grande rilievo, con ospedali e poliambulatori dislocati in otto regioni della Penisola e con numerose sedi situate anche oltre i confini nazionali.

GVM-Care&Research

Con un totale di circa 30 strutture, GVM Care & Research offre prestazioni di alto livello, in particolar modo nel settore della cardiochirurgia: altri ambiti di eccellenza sono quelli di elettrofisiologia, ortopedia, neurochirurgia e protesica. Ottimi risultati sono raggiunti anche nel trattamento del piede diabetico.

La maggior parte delle strutture ospedaliere del Gruppo è anche accreditata con il Sistema Sanitario Nazionale, andando in tal modo a formare una perfetta rete integrata, completamente al servizio del paziente.

In base a ciascuna esigenza, si possono trovare le giuste soluzioni, attraverso un’assistenza di primo livello: ogni paziente viene seguito durante l’intero percorso, iniziando dalla visita, procedendo con diagnosi e cura, fino alla fase successiva all’intervento.

Grazie alle convenzioni attivate, tutte le strutture di GVM Care & Research offrono la possibilità di beneficiare di fondi sanitari integrativi, oltre che di stipulare assicurazioni sanitarie, società e casse di mutuo soccorso. In questo modo al paziente vengono garantiti numerosi vantaggi nel momento in cui abbia necessità di accedere alle prestazioni sanitarie.

Cenni storici, dalla nascita del Gruppo ad oggi

La storia del Network GVM Care & Research ha inizio nell’ottobre del 1973, quando a Cotignola (in provincia di Ravenna) viene inaugurata la Casa di Cura Villa Maria. Si tratta di un ospedale da 180 posti letto, che sin da subito si distingue dalle altre strutture private presenti in Emilia Romagna, grazie alla sua attività completamente orientata verso l’Alta Specialità. Già da questo primo passo, viene definita una linea ben precisa, ed in particolare l’attenzione è rivolta al settore della Cardiologia e della Cardiochirurgia, puntando soprattutto sugli interventi complessi, all’epoca non ancora di adeguato livello nel territorio italiano.

Grazie all’attività di validi medici italiani, affiancati da professionisti provenienti dall’estero e di fama internazionale, Villa Maria diventa ben presto un punto di riferimento tra le strutture cardiochirurgiche private in Italia. Si possono citare come esempio alcuni nomi dei medici che hanno contribuito a questo successo, quali gli svizzeri Senning e Turina, i francesi Carpentier, Neveaux e Lessana, ed ancora lo statunitense King e gli inglesi Yacoub e Wright.

Anche attraverso la ricerca di un attività integrata con il sistema sanitario pubblico, si realizzano continui passi in avanti che porteranno al pieno riconoscimento di una credibilità istituzionale nel mondo della sanità per Villa Maria, in ottica di piena collaborazione tra pubblico e privato. È infatti la prima volta che a una clinica privata viene riconosciuta una funzione sussidiaria all’attività sanitaria pubblica.

Sul finire degli anni Ottanta, dunque, inizia la vera e propria nascita del Network: forte dell’esperienza di Villa Maria, il modello di crescita si basa essenzialmente sulla ristrutturazione immobiliare delle sedi ospedaliere e sulla loro riorganizzazione, con particolare riferimento all’aspetto tecnico. Dopo le prime due acquisizioni (Villa Maria Beatrice di Firenze e Villa Maria Pia di Torino) pian piano negli anni si aggiungeranno al Gruppo sempre più strutture, in diverse regioni d’Italia e ben presto l’attenzione sarà rivolta anche all’estero.

Ad oggi il Gruppo può contare su un totale di circa 30 strutture, con Ospedali di Alta Specialità, Ambulatori Polispecialistici, e Day Surgery. Il Network di Ettore Sansavini è in grado di offrire i propri servizi e le proprie competenze professionali in Italia ed anche in Paesi esteri, quali Francia, Polonia e Albania.

Il Presidente Ettore Sansavini

A dare vita a questo Network di eccellenza è stato l’imprenditore romagnolo Ettore Sansavini. Partendo dal 1973, quando fu chiamato a dirigere l’allora nascente Casa di Cura Villa Maria di Cotognola, il Presidente Sansavini ha saputo intraprendere la giusta direzione incentrata sull’Alta Specialità e sulla capacità di differenziarsi. In questo modo, Sansavini ha cercato di offrire strutture con servizi che non fossero già presenti sul territorio, coinvolgendo in questo suo progetto medici di fama internazionale.

ettore-sansavini

Da sempre convinto della necessità di mettere la persona al centro di qualsiasi attività, Sansavini sin da subito ha investito sull’attività di integrazione tra ricerca ed innovazione tecnologica e prestazioni mediche di massimo livello. Grazie alla realizzazione di reparti attrezzati per l’Alta Specialità e grazie alla organizzazione delle strutture attraverso sistemi di controllo di gestione dalla massima efficienza, Sansavini ha portato GVM Care & Research a essere uno dei principali Network di strutture sanitarie private.

fitness

Body-fitness.it Fitness online

E’ vero, ormai oggi giorno il web è pieno di siti internet e blog che cercano di darci indicazioni su come migliorare il nostro aspetto esteriore, su come ottenere un fisco tonico e snello, su come dimagrire, su cosa è bene mangiare e cosa no.

Ma www.body-fitness.it è un portale diverso: sarà Adam, il “palestrato mascherato”, in persona, ad insegnarti, attraverso video tutorial, gli esercizi migliori per i tuoi muscoli, spiegando i movimenti giusti da svolgere per ottenere l’effetto desiderato senza compromettere articolazioni o tessuti muscolari.

Arizona, laureata in biologia, invece saprà spiegarti in modo semplice e veloce come siamo fatti e come sono fatti i nostri muscoli e scriverà articoli riguardanti il mondo dell’alimentazione; l’alimentazione è un argomento molto vasto e complesso, ma grazie ai suoi consigli, riuscirai a capire quali alimenti sono indispensabili per una dieta sana ed equilibrata e quali sarebbe meglio ridurre.

Gimmo e Mark sapranno guidarvi nel mondo del fitness dando consigli pratici e trucchi per tenervi sempre in forma senza troppo sforzo; inoltre vi consigleranno nuove attrezzature e strumenti sportivi molto  utili per i vari tipi di allenamento. Uno sguardo verrà dato anche verso altri sport, più o meno popolari, e grazie alla nostra   Katia         sarete sempre aggiornati sulle news provenienti dal mondo dello sport e non solo.

Inoltre potrete sempre essere aggiornati sui nuovi articoli pubblicati semplicemente ciccando mi piace sulla nostra pagina facebook  body-fitness.it : palestra e fitness  che sarà sempre ricca di link ai nostri articoli.

Quindi cosa aspettate, il plaestrato mascherato e il suo team vi stanno aspettando.